RUSSAMENTO E APNEE NOTTURNE

Foto

RUSSI? NON DORMIRCI SU!

HANNO DETTO CHE RUSSI?

VAI IN BAGNO LA NOTTE?

SEI STANCO DURANTE IL GIORNO?

TI SVEGLI COL MAL DI TESTA?

TI APPISOLI SE TI SIEDI?

HAI SONNOLENZA ALLA GUIDA?

Potresti soffrire di una sindrome chiamata OSAS che produce APNEE NOTTURNE, che possono avere conseguenze molto gravi.


DORMIRE BENE E' FONDAMENTALE PER IL NOSTRO BENESSERE!

Foto

CHE COS'E' L'OSAS?

E' una sindrome, ed è l'acronimo di "SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE DEL SONNO" che si manifesta con episodi di parziale e/o completa ostruzione delle alte vie respiratorie, disturbando gravemente la qualità del nostro sonno, che non è più ristoratore. 


CHE COSA COMPORTA?
Il calo di ossigeno nel sangue che comporta questa sindrome, dà origine a importanti ripercussioni sul sistema cardiocircolatorio, cerebrovascolare e sul metabolismo, aumentando quindi il rischio di di infarto, ictus, ipertensione arteriosa, aritmie cardiache e diabete.


COME SI MANIFESTA?
La sindrome OSAS compare pian piano e progredisce velocemente cominciando con il russamento fino ad arrivare alle apnee notturne.
Se il riposo notturno è disturbato, questo si ripercuote sulle attività quotidiane, accusando i seguenti sintomi:

NOTTURNI

  • russamento 
  • pause respiratorie nel sonno riferite dal partner
  • risvegli con sensazione di soffocamento
  • sonno notturno agitato
  • nicturia (necessità di andare in bagno durante la notte)
  • xerostomia (bocca secca)
  • sudorazione notturna eccessiva (a volte)


DIURNI
  • sonnolenza durante il giorno e alla guida
  • difficoltà di concentrazione e di apprendimento
  • stanchezza nello svolgimento delle attività quotidiane
  • scarsa concentrazione
  • calo dellamemoria
  • mal di testa al risveglio
  • disturbi dell'umore 


Foto

La sonnolenza incrementa il rischio di incidenti stradali!

Per questo per il rinnovo della patente di guida è necessario che questa sindrome venga trattata!

Foto

L'OSAS SI PUO' CURARE?

La terapia medica ha come obiettivo l'eliminazione dei fattori predisponenti l'insorgenza dell'OSAS o del russamento.
La diagnosi deve essere svolta da un ORTODONTISTA SPECIALIZZATO IN DISTURBI DEL SONNO mediante una visita in cui verranno esaminati accuratamente i denti, la bocca, le articolazioni, le gengive e attraverso lo studio degli esami strumentali necessari a definire l'entità dell'OSAS o del russamento.

Uno degli esami più rilevanti è la POLISONNOGRAFIA: con un piccolo dispositivo che si indossa mentre si dorme, si riusciranno a contare con precisione il numero di arresti del respiro. Questo permette di fare una diagnosi certa, ma anche di conoscere  la gravità del quadro.

A seconda dell'entità dell'OSAS il medico valuterà la necessità della terapia migliore per il paziente, tra cui un semplice e comodo apparecchio da indossare la notte, realizzato da un laboratorio specializzato in malattie del sonno: è un dispositivo INDIVIDUALE, FATTO SU MISURA, ZERO DOLORE, LIBERTA' DI MOVIMENTO, BREVETTATO E CERTIFICATO!

Spesso abitudini alimentari errate, sovrappeso e obesità contribuiscono alla genesi delle apnee, ed il controllo di queste può rappresentare un valido sostegno alla terapia!

Foto

E IL RUSSAMENTO NEI BAMBINI?

Ovviamente non parliamo del russamento occasionale, che può capitare per esempio quando il bambino ha il raffreddore, ma quello abituale, che si verifica quasi tutte le notti (almeno tre alla settimana). E anche in questo caso non è detto che il bambino soffra per forza di OSAS. In effetti, russano in modo abituale tra il 3% e il 21% dei bambini, ma solo l'1-6% presenta le apnee.

Ci sono varie condizioni che predispongono alle apnee, e in particolare:

  • ingrossamento (ipertrofia) di tonsille e adenoidi
  • presenza di anomalie nella struttura del cranio o nella disposizione dei denti
  • asma e rinite allergica
  • obesità
  • sindrome di Down o altre sindromi genetiche.

DA COSA TE NE ACCORGI?

La maggior parte dei bambini con OSAS non presentano sonnolenza diurna (questa è una delle principali differenze con l'adulto).
  • russamento: è il sintomo più comune dei bambini affetti da OSAS 
  • sonno agitato
  • posizioni anomale durante il sonno
  • enuresi notturna 
  • anomalie comportamentali come iperattività, aggressività
  • scarsa concentrazione 
  • cefalea mattutina


Fra le apparecchiature più utilizzate per la risoluzione di questa sindrome e raccomandate dal Ministero della Sanità vi sono i DISPOSITIVI ORTODONTICI in grado di aumentare il volume del palato o di favorire la crescita della mandibola a seconda del caso.
La terapia ortodontica ha un effetto positivo sulle vie respiratorie, migliora la saturazione di ossigeno, migliora la pervietà delle vie aeree, migliora la funzione dell'orecchio medio, migliora la pervietà delle vie nasali.

Il dispositivo ortodontico deve essere programmato il prima possibile per ridurre i rischi legati alle OSAS, ottenere un maggiore effetto sulle cavità nasali e favorire una crescita craniofacciale armoniosa.